Il consulente, lo studio professionale e la società di consulenza finanziaria sono professionisti o società che vengono remunerati a parcella (Fee-Only) solo dal proprio cliente e non possono, per legge ed eticamente, ricevere alcun compenso da nessun intermediario quali ad esempio Banche, SGR, SIM o Compagnie assicurative.

Non svolgono alcuna attività di vendita, non hanno alcun rapporto con chi vende prodotti finanziari ma prestano esclusivamente consulenza e assistenza ai loro clienti per la corretta pianificazione del loro patrimonio.

Non toccano mai i soldi della clientela che rimangono depositati nella banca di fiducia del cliente, le operazioni consigliate vengono eseguite dal cliente stesso supportato dal professionista indipendente.

Svolgono analisi approfondite sugli investimenti esistenti e predispongono le strategie di investimento più adeguate per il raggiungimento del corretto livello di rischio e della protezione adeguata del patrimonio.

In sintesi sono liberi dal conflitto di interesse economico, tipico degli operatori tradizionali, che sono legati alla banca o rete di vendita (SIM) cui appartengono e devono mediare gli interessi del cliente con gli interessi dei propri datori di lavoro.

Approfondimenti sul ruolo del Consulente Finanziario Indipendente

“Il motivo principale per cui la gente ha problemi finanziari è perché ha trascorso anni a scuola senza imparare nulla sul denaro. In questo modo impara a lavorare per il denaro… e non impara mai a far lavorare i soldi per lei”. 

Questa frase di Robert Kiyosaki, uomo d’affari americano, speaker motivazionale e scrittore di best seller in ambito finanziario come “Padre Ricco Padre Povero“, riassume la condizione della maggior parte delle persone. La scuola in Italia ci insegna a leggere, a scrivere, a far di conto, ma nessuno ci insegna a gestire le nostre finanze.

Per questo motivo tendiamo a delegare questo importantissimo compito ad altri. Affidiamo i nostri risparmi alla banca sotto casa, all’amico assicuratore o promotore. Loro guadagnano laute commissioni a prescindere dai risultati dei nostri investimenti che, molto spesso, sono deludenti per non dire disastrosi.

Oggi nel panorama finanziario italiano c’è una figura in più che sta dalla parte degli investitori e dei risparmiatori ed è il Consulente Finanziario Indipendente, pagato esclusivamente dai clienti per fare i loro interessi.